Le Disfunzioni della Tiroide Sono Sempre più Diffuse

Scopri i sintomi delle disfunzioni ormonali della tiroide e i rimedi.

Ci sono patologie silenziose che colpiscono molte persone, stiamo parlando delle disfunzioni causate dalla tiroide. Si tratta di malattie croniche autoimmuni, che causano disfunzioni importanti a livello ormonale.

Che cos’è la tiroide? La tiroide è una ghiandola a forma di H, posizionata nella parte frontale del collo, davanti e a lato di laringe e trachea. nonostante le sue dimensioni ridotte, è molto importante per l’organismo, infatti è una ghiandola endocrina – a secrezione interna – che produce ormoni i quali regolano le attività metaboliche e sono responsabili del corretto funzionamento di svariate cellule dell’organismo. Gli ormoni tiroidei sono chiamati T3 (triiodotirosina) e T4 (tetraiodotirosina o tiroxina), sono questi che influenzando il metabolismo, regolano la crescita e il benessere dell’organismo. Inoltre la tiroide ha un ruolo attivo nei processi di accrescimento e sviluppo di molti tessuti, stimola infatti  le attività cellulari, in particolar modo quelle dell’apparato cardiovascolare e del sistema nervoso

Patologie della tiroide, quali sono i sintomi?

Due sono le patologie connesse alla tiroide:

  • Ipertiroidismo, cioè di un eccessivo funzionamento della tiroide. Ne soffre il 3% della popolazione.
  • Ipotiridismo, cioè di una  insufficiente produzione di ormoni T3 e T4 da parte della tiroide. L’organismo rallenta le sue funzioni. Colpisce circa il 5% della popolazione over 60.

I sintomi, quando si ha una disfunzione della tiroide, sono nel caso di Ipertiroidismo agitazione, ansia, nervosismo, tachicardia, ipercinesia, astenia, dimagrimento, ipersudorazione e poca resistenza agli sforzi, mentre chi soffre di Ipotiridismo avverte stanchezza, affaticamento, sonnolenza, aumenta di peso perché il sistema rallenta il metabolismo e ha una costante sensazione di freddo.

Lo iodio è importante per mantenere in salute tiroide.

È stato provato scientificamente, che lo iodio ha un ruolo fondamentale per la corretta funzionalità tiroidea. Anche se non esiste una dieta perfetta, la soluzione definitiva che previene o sconfigge le patologie della tiroide, sicuramente ci sono stanze, e tra queste lo iodio, che aiutano chi soffre di patologie tiroidee a stare meglio. Infatti la funzione della tiroide è regolata dall’ormone TSH, che permette l’assorbimento di iodio da parte della tiroide e stimola le attività degli ormoni tiroidei. Quindi avere un corretto apporto di iodio, evita carenze che provocherebbero l’ingrandimento della tiroide nel tentativo di assorbire questo elemento. Questo spiega perché tra i trattamenti medici per la cura della tiroide c’è la somministrazione orale di una capsula di iodio-131, un isotopo radioattivo utilizzato in medicina nucleare a scopi terapeutici.

Rimedi naturali per curare la tiroide

Assumere alimenti ricchi di iodio è una soluzione per mantenere il corpo in equilibrio. Ecco un elenco dei 10 alimenti che contengono più iodio:

  1. Cefalo muggine
  2. Cozze e vongole
  3. Merluzzo
  4. Gamberi
  5. Yogurt
  6. Uova di gallina
  7. Formaggi
  8. Burro
  9. Salmone
  10. Pesce spada

Qui trovi un elenco dettagliato dei cibi che contengono iodio.

Un aiuto all’alimentazione è inserire nella propria routine quotidiana, l’assunzione di integratori di iodio. Ce ne sono molti in commercio, tra quelli più recensiti nei blog di salute e benessere, segnaliamo Thyrolin. Si tratta di capsule con sostanze che agiscono sulla salute della tiroide, del sistema nervoso e che favoriscono la perdita di peso.

Thyrolin garantisce l’apporto di sostanze naturali che favoriscono efficacemente l’azione della ghiandola tiroidea e quindi la salute di tutto l’organismo. Le sostanze naturali contenute in una capsula di Thyrolin sono bilanciate, e la presenza del Selenium Select – una forma altamente biodisponibile di selenio – impedisce all’organismo di raggiungere livelli troppo elevati di questa sostanza. Insomma tutto è studiato affinchè l’organismo si ripulisca da eventuali eccessi di sostanze e assorba solo i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare al meglio.

Tra gli estratti naturali che si trovano nell’integratore Thyrolin:

fucus, Medicago sativa, radice di ashwagandha, zenzero e BioPerine®. Funzionano in modo adattogeno, ovvero favoriscono il funzionamento della tiroide e del sistema nervoso, regolano i normali livelli di colesterolo e zucchero e aiutano a mantenere il corretto metabolismo, quindi il peso. Infine le vitamine e i minerali presenti in questo integratore riducono efficacemente la sensazione di stanchezza, favoriscono le funzioni cognitive ed il funzionamento del sistema immunitario.

Per provare Thyrolin, visita la pagina web dedicata a questo integratore.

Lascia un commento

I contenuti di questo blog possono essere citati a patto di citare semprela fonte (Onlineshoph24.it) e di inserire il link di collegamento alla pagina.